Caricamento...

Voucher digitale 4.0: cos'è e chi può usufruirne

06
Mag
Voucher digitale 4.0: cos'è e chi può usufruirne

Voucher digitale 4.0: cos'è e chi può usufruirne

Scritto da Wanda Valentina Cerini
Pubblicato in Blog

Il bando mira a promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale delle PMI tramite l’utilizzo di voucher. Le risorse complessivamente stanziate dalla Camera di commercio a disposizione dei soggetti beneficiari, per l’anno 2019, saranno accordate sotto forma di contributi a fondo perduto, ammontano ad €581.325,25 e sono suddivise come da tabella seguente:
Misura A, € 200.000,00;
Misura B; € 381.325,25;
I voucher avranno un importo che non supererà il valore di €10.000,00 e sarà il corrispettivo del 70% delle spese ammissibili; inoltre i voucher saranno erogati con l’applicazione della ritenuta d’acconto del 4%. Non sarà possibile richiedere più di un voucher.

Quali sono i requisiti dal BANDO DIGITALE 4.0?

Sarà necessario, che i requisiti di seguito esplicitati, siano posseduti dal soggetto richiedente, dal momento della presentazione della domanda, sino all’avvenuta liquidazione del voucher:
  • essere micro, piccole e medie imprese, e in quanto tali essere iscritte al Registro delle imprese;
  • essere in possesso della CNS, ovvero la Carta nazionale dei Servizi (una carta identificativa dell’azienda);
  • avere sede legale nella circoscrizione territoriale della camera di commerci di Bari;
  • non essere in stato di fallimento, liquidazione (anche volontaria), amministrazione controllata, concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
  • avere legali rappresentanti, amministratori e soci per i quali sussistano cause di divieto, di decadenza o di sospensione;
  • aver assolto obblighi contributivi ed essere in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro;
  • non avere forniture in essere con la Camera di commercio di Bari al momento della liquidazione del voucher.

Quali sono le spese comprese dal voucher DIGITALIZZAZIONE 4.0?

  • Spese ammissibili per la misura A e la misura B:
    - Spese sostenute per servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste. Tali spese devono rappresentare almeno il 50% tra quelle ammissibili.
    - Spese sostenute per l’acquisto di beni e servizi strumentali funzionali all’acquisizione di tecnologie abilitanti di cui all’art. 2 coma 3. Tali spese, invece, si intendono nel limite massimo del 50% delle spese ammissibili.
  • Spese non comprese:
    - Spese di trasporto, vitto, alloggio e generali;
    - Attività di assistenza per acquisizione di certificazioni (es. ISO, EMAS, ecc.).

Quali sono i settori inclusi dal bando DIGITALIZZAZIONE 4.0?

I settori tecnologici di innovazione digitale 4.0 ricompresi nel presente Bando si dividono in due elenchi:
  • Elenco 1: utilizzo delle tecnologie di cui agli allegati A e B della legge 11 dicembre 2016, n. 232 e s.m.i., inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:
  1. soluzioni per la manifattura avanzata;
  2. manifattura additiva;
  3. soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa dell’ambiente reale e nell’ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
  4. simulazione;
  5. integrazione verticale e orizzontale;
  6. Industrial Internet e IoT;
  7. Cloud;
  8. cybersicurezza e business continuity;
  9. big data e analytics;
  10. soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori;
  11. software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio.
  • Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali, purché propedeutiche o complementari a quelle previste al precedente Elenco 1:
  1. soluzioni per la manifattura avanzata;
  2. soluzioni per la manifattura avanzata;
  3. sistemi di e‐commerce;
  4. sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fintech;
  5. sistemi EDI, electronic data interchange;
  6. geolocalizzazione;
  7. tecnologie per l’in‐store customer experience;
  8. system integration applicata all’automazione dei processi.


Quali sono i parametri di valutazione delle domande

  1. Per la Misura A è prevista una procedura valutativa a graduatoria, secondo il punteggio asseganto al progetto
  2. Per la Misura B è prevista una procedura valutativa a sportello, secondo l'ordine cronologico della presentazione della domanda, tenendo conto del punteggio di rating di legalità

Termini per la richiesta di partecipazione al bando?

Le domande possono essere inoltrate dalle ore 8:00 del 12/04/2019 alle ore 21:00 del 15/07/2019 e comunque sino ad esaurimento delle risorse. Tutte le spese possono essere sostenute a partire dal 01/01/2019 fino al 120° giorno successivo alla data della Determinazione di approvazione delle graduatorie delle domande ammesse a contributo. La CNA Area Metropolitana di Bari è abilitata per tale invio.

Richiedi una consulenza e il nostro team ti guiderà passo dopo passo, dalla pianificazione delle risorse, sino alla gestione delle stesse così che il tuo progetto non faccia una piega!

Per maggiori dettagli scarica il bando “Voucher digitali | 4.0”


Realizzazione app per Onova

Antichità Chiossone

Realizzazione app per Antichità Chiossone

Realizzazione app per BCC Alberobello

Guarda il Portoflio completo
Guarda il Portoflio completo